archivio news

Commissione parlamentare per l’infanzia e l’adolescenza, ancora fermi i lavori

Rimandata la nomina del Presidente perché è mancato il numero legale.

Il 26 settembre scorso doveva riunirsi la Commissione per nominare il Presidente ed il Vice Presidente e dare così avvio ai lavori dell’organismo che dovrebbe garantire un’adeguata attenzione ai diritti dell’infanzia nell’ambito dei lavori parlamentari, così come si evince dalla Legge 451/1997 che l’ha istituito.

Da mesi il Gruppo CRC, così come l’Autorità Garante per l’infanzia e l’adolescenza, chiedeva al Parlamento la convocazione della Commissione, nonché la nomina di un Presidente di comprovata esperienza, in grado di garantire un pieno ed efficace funzionamento di tale importante organismo. Purtroppo la mancanza del numero legale ha nuovamente fermato l’iter di nomina ed i lavori della Commissione.

All’inizio della Legislatura, il Gruppo CRC aveva scritto ai Presidenti di Camera e Senato, nonché a tutti i Capigruppo parlamentari, per sottolineare l’importanza di individuare, quali nuovi membri, parlamentari competenti ed effettivamente interessati a seguirne i lavori ed aveva espresso la propria preoccupazione alla Presidente e ai Vice Presidenti per le assenze dei membri alle diverse audizioni avute nel corso delle passate legislature in Commissione.

Alla vigilia della convocazione il Network ha ribadito la propria preoccupazione e le proprie raccomandazioni attraverso la diffusione di un Comunicato Stampa, sottolineando come “nel corso delle audizioni in Commissione avute nella passata legislatura, non è mai stato presente un numero significativo di parlamentari, a testimonianza della scarsa partecipazione e attenzione da parte degli onorevoli che la componevano, situazione estremamente frustrante per chi si impegna quotidianamente per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, soprattutto considerando che la Commissione dovrebbe riunire l’élite parlamentare maggiormente esperta e impegnata nella tutela e nella promozione dei diritti dei minori”.

Leggi il Comunicato Stampa lanciato dal Gruppo CRC.

Il Gruppo CRC auspica che la Commissione venga riconvocata in tempi brevi, che venga nominato quindi il Presidente e che l’organismo svolga le sue funzioni con il fine di garantire che i diritti delle persone di minore età nel nostro Paese siano presi in debita considerazione in ogni decisione parlamentare, nel rispetto della CRC e dei suoi Protocolli Opzionali.

CLICCA QUI per conoscere i membri della Commissione parlamentare per l’infanzia e l’adolescenza.

- Per ulteriori approfondimenti, si vedano anche:
Misure generali di attuazione della CRC in Italia -> Piano Nazionale Infanzia
Archivio news-> Piano nazionale infanzia: bozza all’esame dell’Osservatorio il 14 luglio
Archivio news-> Piano Nazionale Infanzia: informativa del Governo in Senato
Archivio news-> Piano Nazionale della Famiglia: continuano i lavori del Dipartimento per le politiche per la famiglia
Misure generali di attuazione della CRC in Italia-> Coordinamento

<< ARCHIVIO NEWS

Eletto in Puglia il nuovo Garante infanzia

Ludovico Abbaticchio, medico specializzato nella salute (...)

Diminuisce l’obesità infantile: meno 13 per cento in 10 anni

Lo rivela l’indagine promossa dal Sistema di Sorveglianza

Al via il reddito di inclusione, priorità a famiglie con minori

La delega al Governo prevede il varo del reddito di (...)

archivio news