archivio news

Educazione prescolastica: la Commissione Europa lancia un appello agli Stati membri

In circa una famiglia europea su otto vi è un bambino con meno di sei anni. 19 milioni di bambini, uno su cinque, sono esposti al rischio di povertà [Cfr Nota 1], questi sono i dati evidenziati nel comunicato stampa che la Commissione Europa ha diffuso il 17 febbraio scorso in merito alla Comunicazione (COM(2011)66) "Educazione e cura della prima infanzia: consentire a tutti i bambini di affacciarsi al mondo di domani nelle condizioni migliori.

Le proposte della Commissione Europea hanno l’obiettivo di “assicurare ad ogni bambino migliori prospettive e a porre le basi per un efficace apprendimento permanente, per l’integrazione sociale e per lo sviluppo personale.” [Cfr Nota 1]

La Commissione Europea chiede agli Stato di garantire:

- un accesso universale a un’educazione prescolastica di qualità, basata su finanziamenti stabili e sulla buona Governance;
- un approccio integrato all’istruzione e ai servizi di custodia dell’infanzia che tenga conto dei bisogni dei bambini in modo onnicomprensivo;
- curricoli adattati all’età che presentino il giusto equilibrio tra le abilità più tecniche e quelle trasversali;
- una maggiore attenzione alla professionalizzazione del personale assicurando qualifiche, salari e condizioni di lavoro appropriati;
- sistemi di garanzia della qualità e standard al fine di monitorare i progressi.

Investire nell’istruzione nella prima infanzia – ha dichiarato Androulla Vassiliou Commissario europeo per l’Istruzione, il Multilinguismo e la Gioventù – rappresenta uno degli migliori investimenti che possiamo realizzare per i nostri bambini e per il futuro dell’Europa.”

Le proposte della Commissione saranno discusse a maggio dai Ministri dell’istruzione dell’Unione Europea e in quell’occasione saranno identificate le priorità d’intervento. “La Commissione definirà le priorità per gli investimenti nell’ambito dell’educazione e della cura della prima infanzia attraverso il Fondo sociale europeo e il Fondo europeo di sviluppo regionale nonché facendo leva sul programma di apprendimento permanente e sul 7° Programma quadro di ricerca e sviluppo". [Cfr Nota 1]

- Note:
Nota 1: comunicato stampa della Commissione Europea

- Per ulteriori approfondimenti si vedano anche:
Educazione, gioco e attività culturali

<< ARCHIVIO NEWS

Povertà educativa, 1200 proposte per combatterla

Sono quasi 1200 le proposte per combattere la povertà (...)

In Aula al Senato il ddl povertà

In Aula al Senato il ddl povertà Il ddl povertà, (...)

Ddl minori non accompagnati in Aula al Senato

E’ approdato in Aula al Senato il ddl “Disposizioni in (...)

archivio news