archivio news

Garanti per l’infanzia e l’adolescenza. Alcuni passi avanti

Approvato il Regolamento recante l’organizzazione dell’Ufficio dell’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza, nominato il nuovo Garante regionale in Campania e approvata in Sicilia la Legge istitutiva.

A 14 mesi dall’approvazione della Legge e a quasi un anno dalla nomina di Vincenzo Spadafora, è stato finalmente approvato il Regolamento che rende operativa l’Autorità Garante per l’infanzia e l’adolescenza. Il regolamento è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale 228 del 29 settembre 2012.

Nel regolamento vengono stabilite le norme che regoleranno le attività dell’Autorità garante. In particolare, la sede dell’Ufficio del Garante Nazionale che dovrà essere a Roma (art. 3), la composizione e l’organizzazione dell’Ufficio (artt.4 e 5), l’organizzazione della Conferenza nazionale per la garanzia dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza (art. 8) che si dovrà riunire “almeno due volte l’anno su convocazione del Garante e, in via straordinaria, ogni qualvolta ne faccia richiesta almeno la metà dei componenti a pieno titolo.”

All’articolo 8 viene istituita la Consulta nazionale delle associazioni e delle organizzazioni, che si dovrà riunire almeno “due volte l’anno presso la sede del Garante”; le associazioni e le organizzazioni che comporranno la Consulta dovranno essere individuate dal “Garante tra le associazioni ed organizzazioni che dimostrino di svolgere continuativamente la loro attività nei settori dell’infanzia e dell’adolescenza. Il Garante definisce le modalità di funzionamento e le relative procedure”, con particolare attenzione alle associazioni che “promuovono fattivamente la partecipazione e l’ascolto dei bambini”.

Nel Regolamento vengono inoltre stabilite le modalità di segnalazione di “violazioni ovvero di situazioni di rischio di violazione dei diritti delle persone di minore eta’, nel rispetto della normativa vigente in materia di riservatezza dei dati personali di cui al decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196.”

Per leggere il Regolamento, CLICCA QUI.

Buone notizie anche per quanto riguarda la nomina dei Garanti regionali per l’Infanzia e l’adolescenza, sollecitata anche dal Comitato ONU nelle ultime Osservazioni Conclusive.

In particolare, si segnala l’approvazione in Sicilia della Legge istitutiva del Garante regionale, avvenuta con Legge 10 agosto 2012 n.47.

Inoltre è stato rinominato il Garante della Regione Campania che mancava da alcuni anni. Cesare Romano, professore di Diritto alla Loyola University di Los Angeles, si occupa da tempo della gestione di case famiglia a Napoli, succede a Gennaro Imperatore. Nel programma del nuovo Garante per i prossimi anni, si segnalano la creazione un osservatorio permanente sulle violazioni dei diritti dei minori; la promozione dell’anno dedicato al contrasto ad ogni tipo di abuso e sfruttamento dell’infanzia ed il lavoro sul tema della dispersione scolastica.

- Per maggiori informazioni si vedano anche:
Misure generali di attuazione della CRC in Italia. Garante per l’infanzia
Garante per l’infanzia e l’adolescenza - Vera Nicolussi Leck nominata nella Provincia di Bolzano
Vincenzo Spadafora, primo Garante per l’Infanzia e l’adolescenza in Italia
_ Garante regionale per l’Infanzia e l’Adolescenza: nominato in Puglia e in Emilia Romagna
Misure generali di attuazione della CRC in Italia - Garante per l’infanzia
2° Rapporto Supplementare alle Nazioni Unite sul monitoraggio della Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza in Italia da pagina 27 a pagina 30
Archivio news - Garante Infanzia: fermato l’Iter Legislativo alla Camera
_ Archivio news - Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza: a che punto siamo?
Garante nazionale per l’Infanzia e l’Adolescenza: trasmesso al Senato il Disegno di Legge approvato alla Camera il 16 marzo 2011

<< ARCHIVIO NEWS

Eletto in Puglia il nuovo Garante infanzia

Ludovico Abbaticchio, medico specializzato nella salute (...)

Diminuisce l’obesità infantile: meno 13 per cento in 10 anni

Lo rivela l’indagine promossa dal Sistema di Sorveglianza

Al via il reddito di inclusione, priorità a famiglie con minori

La delega al Governo prevede il varo del reddito di (...)

archivio news