Misure generali di attuazione della CRC in Italia

Le Politiche per l’infanzia e l’adolescenza

Alla luce delle Osservazioni Conclusive rivolte dal Comitato ONU all’Italia nel gennaio 2003, il Gruppo CRC ha analizzato le misure adottate dall’Italia per rendere conforme la legislazione interna ai principi della CRC, con particolare riferimento all’applicazione di due importanti Leggi in materia di politiche per l’infanzia: la Legge 285/1997 «Disposizioni per la promozione di diritti e di opportunità per
l’infanzia e l’adolescenza»
e la Legge 328/2000 «Legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali».

Nelle Osservazioni Conclusive del 2011, al punto 8 si legge che il Comitato ONU è proccupato che il trasferimento dei poteri dagli enti di governo centrali a quelli regionali, fino agli organi più decentrati, possa portare a un’applicazione non uniforme della Convenzione a livello locale. Il Comitato è preoccupato inoltre per la mancanza presso la Conferenza statoregioni di un gruppo di lavoro per il coordinamento della pianificazione e dell’applicazione delle politiche
riguardanti i diritti dei minori.

Nel ribadire che il governo centrale è responsabile dell’applicazione della Convenzione, dell’esercizio di una funzione guida e del supporto necessario ai governi regionali in questa materia, il Comitato ONU al punto 9 raccomanda che l’Italia:
(b) Sviluppi meccanismi efficaci per garantire un’applicazione coerente della Convenzione in tutte le regioni, rafforzando il coordinamento tra il livello nazionale e regionale e adottando standard nazionali quali
ad esempio i livelli essenziali per l’erogazione dei servizi sociali (Livelli Essenziali delle Prestazioni Sociali -LIVEAS).

- Leggi l’analisi e le raccomandazioni del Gruppo CRC sulle POLITICHE PER L’INFANZIA E L’ADOLESCENZA in ciascun Rapporto di aggiornamento:
1° Rapporto CRC 2004-2005
2° Rapporto CRC 2005-2006
3° Rapporto CRC 2006-2007
4° Rapporto CRC 2007-2008
2°Rapporto Supplementare CRC 2009

5° Rapporto CRC 2011-2012
6° Rapporto CRC 2012-2013
7° Rapporto CRC 2014-2015
8° Rapporto CRC 2014-2015
9° Rapporto CRC 2015-2016

Approfondimento:
Si veda il documento di Approfondimento sulle Politiche Sociali e le Risorse per l’Infanzia e l’Adolescenza in Italia del 2014.

Glossario:
I LIVEAS sono i Livelli Essenziali delle prestazioni concernenti i diritti civili e sociali, previsti dalla Legge 328/2000. L’art. 117 comma 2 lett. m Cost. (così come modificato dalla Legge Cost. 3/2001) dispone che sia lo Stato a dover provvedere alla loro definizione.
Dall’entrata in vigore della Legge 42/09 istitutiva del Federalismo fiscale in poi, è necessario far riferimento ai LEP «Livelli Essenziali di prestazioni concernenti i diritti civili e sociali», strumento non più legislativo (come erano i LIVEAS) ma costituzionale di perequazione e applicazione del dettato costituzionale, che prevede l’uguaglianza di tutti i cittadini sul territorio nazionale.

- Si vedano inoltre i seguenti paragrafi:
Risorse destinate all’infanzia e all’adolescenza in Italia

Pubblicato il 15 novembre in Gazzetta il IV Piano Infanzia

E’ stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 15 novembre (...)

Nuovo Piano per il contrasto della pedofilia

Condiviso nell’ambito dell’Osservatorio per il contrasto (...)

Un anno di nuovi garanti regionali, ma ancora non sono tutti

Nel 2016 nuove nomine di Garanti Regionali. Sono (...)

archivio news