archivio news

Povertà, lievi miglioramenti ma resta una costante

La povertà in Italia secondo gli ultimi dati Istat registra alcuni lievi segnali di miglioramento ma resta una costante.
Le famiglie che nel 2014 risultano in condizione di povertà assoluta sono 1 milione e 470 mila (5,7 per cento di quelle residenti), per un totale di 4 milioni e 102 mila persone (6,8 per cento dell’intera popolazione). Tra le persone coinvolte, 1 milione e 45 mila sono minori..

I segnali di miglioramento riguardano le coppie con due figli (per loro l’incidenza di povertà assoluta passa dall’8,6 per cento al 5,9 per cento, mentre restano elevati i livelli di povertà assoluta nelle famiglie con cinque o più componenti (16,4 per cento), soprattutto se coppie con tre o più figli (16 per cento) e famiglie di altra tipologia, con membri aggregati (11,5 per cento); l’incidenza sale al 18,6 per cento se in famiglia ci sono almeno tre figli minori.
La povertà assoluta, inoltre, resta elevata e stabile tra le famiglie con stranieri (23,4 per cento per quelle con tutti componenti stranieri) .

Le famiglie in condizione di povertà relativa sono, nel 2014, 2 milioni e 654 mila ; di queste, 1 milione e 986 sono minori. Anche in questo caso la povertà relativa risulta sostanzialmente stabile rispetto al 2013.

Per l’indagine Istat vedere qui

<< ARCHIVIO NEWS

Pubblicato il 15 novembre in Gazzetta il IV Piano Infanzia

E’ stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 15 novembre (...)

Nuovo Piano per il contrasto della pedofilia

Condiviso nell’ambito dell’Osservatorio per il contrasto (...)

Un anno di nuovi garanti regionali, ma ancora non sono tutti

Nel 2016 nuove nomine di Garanti Regionali. Sono (...)

archivio news