archivio news

Cresce il consumo delle nuove droghe tra gli adolescenti europei

Cresce la diffusione di nuove sostanze psicoattive e dipendenza da internet, gioco d’azzardo e gaming tra i giovani studenti europei di 15-16 anni ed è in lieve caloil consumo di alcol e tabacco. Sono alcune delle informazioni raccolte dall’ultima indagine condotta dall’Espad European School Survey Project on Alcohol and other Drugs, presentate il 20 settembre .
I dati dell’indagine, a cadenza quadriennale, si riferiscono al 2015 e provengono da questionari anonimi somministrati a 96.043 studenti di 35 Paesi europei. Per l’Italia è stata curata dall’Istituto di fisiologia clinica del Consiglio nazionale delle ricerche (Ifc-Cnr).
Il 18% degli studenti europei ha utilizzato droghe almeno una volta nella vita. Il 4% ha sperimento almeno una volta nuove sostanze psicoattive Nps, il 3% almeno una volta nell’ultimo anno. “In media, le Nps (cannabinoidi sintetici, catinoni sintetici, fenetilamine, ketamina e analoghi, piperazine Ndr) sembrano oramai più diffuse di altre sostanze conosciute, come amfetamine, ecstasy, cocaina o Lsd, che hanno tutte percentuali di consumo più basse”. Sostanza più diffusa resta la cannabis: il 16% l’ha usata almeno una volta nella vita, il 7% nell’ultimo mese.
Per maggiori informazioni vai su ESPAD

<< ARCHIVIO NEWS

Nuovo Garante infanzia in Sicilia

A dicembre 2016 anche la Sicilia nomina il suo primo (...)

Child Rights Forum

Il 28 e 29 novembre scorso si è tenuto a Bruxelles il X (...)

Fondo povertà educativa, i primi bandi

Pubblicati i primi due bandi del Fondo per il contrasto (...)

archivio news