I diritti civili e le libertà

Minori e nuovi media

In considerazione della progressiva rilevanza che le nuove tecnologie ed i media hanno assunto nella vita dei bambini, delle bambine e degli adolescenti in Italia, nell’ambito del monitoraggio dell’attuazione della Convenzione sui diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza (Convention on the Rights of the Child - CRC) il Gruppo CRC analizza il rapporto tra i minori e le nuove tecnologie.

In particolare, considerato che gli adolescenti utilizzano sempre di più i nuovi media come strumenti per conoscere, creare, diffondere e condividere contenuti con altre persone, nel 1°e nel 4° Rapporto CRC l’analisi del rapporto tra i minori e le nuove tecnologie è stata affrontata in termini di tutela e di sensibilizzazione dei minori rispetto ad un utilizzo sicuro e responsabile dei nuovi media, quindi con riferimento agli articoli della CRC che affermano il diritto all’informazione (art. 17 CRC) e alla libertà di espressione (art. 13 CRC).

L’articolo 17 CRC stabilisce che:
“gli Stati parti riconoscono l’importanza della funzione esercitata dai mass media e vigilano affinché il fanciullo possa accedere a una informazione e a materiali provenienti da fonti nazionali e internazionali varie, soprattutto se finalizzati a promuovere il suo benessere sociale, spirituale e morale nonché la sua salute fisica e mentale.
A tal fine, gli Stati parti:
a) incoraggiano i mass media a divulgare informazioni e materiali che hanno una utilità sociale e culturale per il fanciullo e corrispondono allo spirito dell’art. 29;
b) incoraggiano la cooperazione internazionale in vista di produrre, di scambiare e di divulgare informazioni e materiali di questo tipo provenienti da varie fonti culturali, nazionali e internazionali;
c) incoraggiano la produzione e la diffusione di libri per l’infanzia;
d) incoraggiano i mass media a tenere conto in particolar modo delle esigenze linguistiche dei fanciulli autoctoni o appartenenti a un gruppo minoritario;
e) favoriscono l’elaborazione di principi direttivi appropriati destinati a proteggere il fanciullo dalle informazioni e dai materiali che nuocciono al suo benessere in considerazione delle disposizioni degli artt. 13 e 18.

L’articolo 13 CRC sancisce il diritto alla libertà di espressione, che comprende la libertà di ricercare, di ricevere e di divulgare informazioni e idee di ogni specie, indipendentemente dalle frontiere, sotto forma orale, scritta, stampata o artistica, o con ogni altro mezzo a scelta del fanciullo.
L’art. 13 CRC prevede inoltre che:
L’esercizio di questo diritto può essere regolamentato unicamente dalle limitazioni stabilite dalla legge e che sono necessarie:
a) al rispetto dei diritti o della reputazione altrui; oppure
b) alla salvaguardia della sicurezza nazionale, dell’ordine pubblico, della salute o della moralità pubbliche.

Nel 3° Rapporto CRC tale tema è stato invece affrontato come aspetto del diritto al gioco, ad attività ricreative e culturali, evidenziando quindi la dimensione ludica dell’utilizzo delle nuove tecnologie da parte dei minori.

-  Leggi l’analisi e le raccomandazioni del Gruppo CRC su “minori e media” in ciascun Rapporto di aggiornamento:
1° Rapporto CRC 2004-2005
3° Rapporto CRC 2006-2007
4° Rapporto CRC 2007-2008
2° Rapporto Supplementare CRC 2009

8° Rapporto CRC 2014-2015
9° Rapporto CRC 2015-2016

- Approfondimento: nel 1996 il Comitato ONU ha dedicato il Day of General Discussion alla questione “minori e media”. Per visualizzare le raccomandazioni formulate in conclusione del Day of General Discussion “minori e media” del 1996 CLICCA QUI

- Documenti e siti internet di riferimento sull’argomento:
Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria (IAP)
Ricerche Centro Studi Minori e Media
www.saferinternet.org
Codice di Autoregolamentazione TV e Minori(2002)
Legge n. 112 del 3 maggio 2004 "Norme di principio in materia di assetto del sistema radiotelevisivo e della RAI-Radiotelevisione italiana Spa, nonché delega al Governo per l’emanazione del testo unico della radiotelevisione" c.d. Legge Gasparri
MIUR, Indagine sulle risorse tecnologiche per la didattica nella scuola italiana»
ISTAT, Indagine Multiscopo Le tecnologie dell’informazione e della comunicazione: disponibilità nelle famiglie e utilizzo degli individui (anno 2007) 16 gennaio 2008
Codice di autoregolamentazione in materia di rappresentazione di vicende giudiziarie nelle trasmissioni radiotelevisive(maggio 2009)
Testo Unico dei Servizi di Media Audiovisivi e Radiofonici ( c.d. Decreto Romani ) del 2010 e successive modifiche del giugno 2012 ( art.34, comma 2)
AGCOM Libro bianco di minori e media (2014)

Pubblicato il 15 novembre in Gazzetta il IV Piano Infanzia

E’ stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 15 novembre (...)

Nuovo Piano per il contrasto della pedofilia

Condiviso nell’ambito dell’Osservatorio per il contrasto (...)

Un anno di nuovi garanti regionali, ma ancora non sono tutti

Nel 2016 nuove nomine di Garanti Regionali. Sono (...)

archivio news