archivio news

Garante Infanzia e Rete Batti il cinque presentano una proposta sui Lep

Lo scorso 30 marzo è stato presentato a Roma dall’Autorità Garante per l’infanzia e l’adolescenza, e dalla Rete Batti il cinque il documento di proposta”Verso la definizione dei livelli essenziali delle prestazioni concernenti i diritti civili e sociali dei bambini e degli adolescenti”.

Il documento, nato su impulso della rete Batti il Cinque, con il coinvolgimento dei Garanti regionali per l’infanzia e l’adolescenza, ha l’obiettivo di, contribuire alla definizione da parte dello Stato dei “livelli essenziali delle prestazioni concernenti i diritti civili e sociali”(LEP), in riferimento alle persone di minore età.

La proposta, che è stata presentata al Ministro per le Riforme Costituzionali, Maria Elena Boschi, punta ad individuare un approccio metodologico, fondato sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, per definire“tutte” le prestazioni con i relativi livelli, che si ritiene siano “essenziali per l’effettivo esercizio di tali diritti.

Le prestazioni enunciate nel documento si riferiscono a seconda dei casi, ad interventi specifici: dai servizi alla persona”, a standard strutturali, a strumenti normativi (da sviluppare ex novo ovvero da adottare per armonizzare e/o aggiornare norme esistenti), all’integrazione e coordinamento dell’azione dei diversi Enti preposti alla loro implementazione, ovvero alla loro organizzazione in ordine alla realizzazione degli interventi stessi.

<< ARCHIVIO NEWS

Miur, oltre 800 mila gli alunni con cittadinanza non italiana

Sono quasi 815.000 gli alunni stranieri in Italia. Lo (...)

Una legge contro il cyberbullismo

Approvate in via definitiva il 17 maggio scorso le (...)

Al via il reddito di inclusione, priorità a famiglie con minori

La delega al Governo prevede il varo del reddito di (...)

archivio news