archivio news

Piano Nazionale Infanzia: informativa del Governo in Senato

Ancora nessuna novità sui tempi certi per l’approvazione

Giovedì 22 aprile in Senato è stato ascoltato il Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei ministri, Sen. Carlo Giovanardi, in merito all’attuazione del Piano nazionale per l’infanzia e l’adolescenza.

Il Sottosegretario con delega alle politiche per la famiglia, al contrasto delle tossicodipendenze e al servizio civile, ha annunciato che “Dopo un approfondito lavoro collegiale iniziato nell’autunno del 2007 sarà possibile presentare a breve all’Osservatorio nazionale sull’infanzia e l’adolescenza uno schema di Piano, che sarà poi portato all’esame del Consiglio dei Ministri, della Commissione bicamerale per l’infanzia e l’adolescenza e della Conferenza unificata, per poi essere definitivamente adottato con decreto del Presidente della Repubblica.” (Cfr. Nota 1).

Il Sottosegretario Giovanardi ha affermato, come già in altre occasioni, che l’articolazione tematica del PNI, è stata ricompresa in 4 direttrici d’azione e che “per ognuna di queste direttrici si sono individuate le problematiche principali e gli obiettivi generali, che sono stati arricchiti dai contributi derivanti dalle conclusioni dei gruppi di lavoro tematici organizzati in occasione della Conferenza nazionale sull’infanzia e sull’adolescenza, svoltasi a Napoli dal 18 al 20 novembre 2009”, a cui ha partecipato anche una delegazione del Gruppo CRC.

Il Sottosegretario ha anche dichiarato la disponibilità “a destinare ad alcune delle azioni previste parte delle risorse del Fondo nazionale per le politiche della famiglia.

Conclusa l’informativa si è aperto un dibattito durante il quale sono state, tra l’altro, evidenziate preoccupazioni e criticità rilevate anche dal Gruppo CRC nel 2° Rapporto Supplementare. In particolare è stato ricordato che “In base alla legge n. 451 del 1997, il Piano dovrebbe essere predisposto ogni due anni […] finora invece l’unico Piano nazionale approvato continua ad essere quello relativo al biennio 2002-2004. Nel 2007 l’Osservatorio nazionale per l’infanzia e l’adolescenza […] era stato ricostituito e riorganizzato. I lavori dell’Osservatorio, che avrebbero dovuto portare alla predisposizione del Piano entro il mese di maggio 2008, erano stati interrotti dalla fine della XV legislatura e ripresi di fatto solo il 26 febbraio 2009, definendo come termine ultimo il successivo mese di giugno 2009 per l’approvazione definitiva del Piano”, ma sebbene fosse stato annunciato “alla Commissione parlamentare per l’infanzia e l’adolescenza che il Piano d’azione per l’infanzia era pronto per il mese di aprile” il PNI ad oggi “non è pervenuto al ministro del welfare Sacconi”. (Cfr Nota 1).

Per leggere il resoconto stenografico della seduta e gli interventi di tutti i Senatori, CLICCA QUI
Per leggere il Comunicato stampa diffuso a seguito della seduta, CLICCA QUI

Note:
Nota 1, tutte le dichiarazioni riportate nell’articolo cono state riprese dal resoconto stenografico del Senato della Repubblica.

Per ulteriori approfondimenti, si veda anche:
Misure generali di attuazione della CRC in Italia
Il Piano Nazionale d’azione per l’Infanzia (PNI)
Archivio news

<< ARCHIVIO NEWS

Eletto in Puglia il nuovo Garante infanzia

Ludovico Abbaticchio, medico specializzato nella salute (...)

Diminuisce l’obesità infantile: meno 13 per cento in 10 anni

Lo rivela l’indagine promossa dal Sistema di Sorveglianza

Al via il reddito di inclusione, priorità a famiglie con minori

La delega al Governo prevede il varo del reddito di (...)

archivio news